L’habitat di brughiera è di notevole importanza biogeografica per la Lombardia, in quanto è al limite della sua distribuzione meridionale nella Regione Continentale e la sua scomparsa nella regione comporterebbe una grave riduzione dell’areale delle brughiere europee. La dinamica forestale in atto e l’abbandono di pratiche agricole tradizionali hanno di fatto confinato questo habitat nelle porzioni più marginali del territorio vocato.

Da qui la necessità di individuare modalità e azioni di gestione delle aree individuate come habitat, tali da poter tutelare la biodiversità naturale, assicurare la continuità di importanti servizi ecosistemici e favorire una gestione sostenibile delle risorse.

Grazie all’Azione A17, dopo una ricognizione propedeutica dello stato di conservazione delle brughiere nel Parco lombardo del Ticino, nel Parco delle Groane e nel Parco Pineta, sono state redatte:

Con l’Azione A17 si è intervenuti anche a favore degli habitat erbacei, in particolare 6150, 6170, 6210, 6230*, 6430, 6510 e 6520, e di torbiera (7110, 7140, 7150) attraverso la redazione di Piani di Pascolamento.

Nel caso specifico sono stati redatti 10 piani per alcune malghe interessate da Siti di Rete Natura 2000 lombardi, aventi come scopo il raccordo tra le esigenze di produttività del pascolo e gli aspetti gestionali attenti alla conservazione degli habitat in importanza comunitaria.

credits: foto di Marco Tessaro

top